Borsini, Presidente di ANICTA: “Con un unico investimento di circa 90 milioni di euro, l’industria italiana può risparmiare ogni anno 500 milioni di euro”

C’è un treno che l’Italia rischia di perdere: quello del risparmio economico ottenibile dall’isolamento termico industriale. A lanciare l’allarme è ANICTA, l’Associazione Nazionale Imprenditori Coibentazioni Termiche Acustiche, che attraverso il suo presidente Lorenzo Borsini commenta oggi i risultati dello studio redatto da European Industrial Insulation Foundation (www.eiif.org). L’associazione europea infatti ha valutato sette paesi – Francia, Germania, Italia, Polonia, Spagna, Svezia e Regno Unito – identificando i potenziali annuali di isolamento industriale in termini di energia risparmiata (in PJ) e riduzione delle emissioni (in Mt CO2). ll risultato? Il potenziale di risparmio è grande ed esiste in tutte le regioni e settori, senza contare che i tempi di recupero degli investimenti sono molto rapidi e generalmente inferiori ad 1 anno.