I risparmi energetici nel settore alimentare e delle bevande sono mediamente superiori del 20%. Proporzionalmente in calo anche le emissioni di anidride carbonica.

Più specificamente, le tipologie d’intervento portate a termine spaziano dall’installazione di nuove linee di produzione ad alta tecnologia all’ottimizzazione dell’isolamento degli ambienti. I risultati? Risparmi dei consumi energetici del 18% e Certificati Bianchi correlati agli interventi di miglioramento corrispondenti a 880 mila euro annui.